Buffon 39, ma è davvero più forte di Zoff? Dino Zoff è ancora "il portiere" per tanti sportivi che ricordano il suo stile fuori e dentro il campo. Cosa pensa Dino Zoff della Lazio di oggi? “Quante partite.Quante parate. E oggi che se n’è andato un altro amico avrebbe voglia di rinchiudersi nei suoi ricordi. », La leggenda Dino Zoff, ha voluto ricordare la scomparsa di Paolo Rossi anche a QS, parlando dell'importanza di Pablito in quel momento per il calcio italiano. », Enzo Bearzot ci "ha lasciato cose importanti. Carmignani a CN24: "Vi consiglio due nomi da scudetto. Dino Zoff is one of the best goalkeepers the world has ever seen. [92], Panchine da commissario tecnico della nazionale italiana, Campioni del mondo. Il Napoli meno battuto fu però quello del 71 con Zoff, Zurlini e Panzanato. », Zoff: "Paolo e io: i figli di Bearzot. E col Brasile..."Il capitano dell'Italia dell'82 ricorda Pablito: "Rapido e intelligente. Dopo essere tornato alla Lazio come dirigente e aver assunto la carica presidenziale per quattro anni, dal 1994 al 1998, nel gennaio 2001, reduce dall'avventura come CT della nazionale e tornato nella società biancoceleste nel ruolo di vicepresidente, venne richiamato in panchina per subentrare al dimissionario Sven-Göran Eriksson; dopo una lunga serie di risultati utili consecutivi, a fine stagione ottenne un terzo posto, ma nella stagione seguente fu esonerato dopo poche settimane, causa un avvio sottotono, culminato nella sconfitta casalinga in Champions League contro i francesi del Nantes (1-3). Maradona un'artista"In un'intervista l'ex portiere campione del mondo con l'Italia nel 1982 ha parlato dei biancocelesti, ma non poteva mancare una battuta sull'argentino Articolo completo »   Che ne pensi? Eppure della sua saggezza, della capacità di essere super partes, questo calcio italiano senza una guida sicura nella tempesta forse avrebbe bisogno. Juve in pole". Conversazioni con Dino Zoff, Dura solo un attimo, la gloria. Among his sporting achievements, Dino Zoff won 6 Scudetti with Juventus. Articolo completo »   Che ne pensi? ! Neri Marcorè (pronounced Mark-oReh) was born in Marche (central Italy) County in 1966. ... Cosa farebbe, oggi, uno così in Serie A? », Intervista al portiere, capitano dell'Italia '82 e della Juventus: "Paolo era davvero divertente" Articolo completo »   Che ne pensi? [63] Con Bearzot promosso a unico CT,[69] Zoff disputò quindi il campionato del mondo 1978 in Argentina, concluso al quarto posto; a seguito della sconfitta in semifinale per mano dei Paesi Bassi, che precluse agli azzurri l'accesso alla finale, Zoff fu duramente criticato da Gianni Brera a causa delle reti di Ernie Brandts e Arie Haan, realizzate con due tiri da lontano. [41], Zoff ritornò in Serie A nel 1963, anno in cui fu acquistato dal Mantova per una cifra intorno ai 20 milioni di lire. Bellissima intervista rilasciata da Dino Zoff a Repubblica relativamente alla scomparsa di Diego Armando Maradona.L’ex portiere azzurro ha voluto dire la sua su quello che è stato il 10 argentino per lui e per tutto il mondo del calcio. Vi spiego il punto di forza dei... Zoff: "Lazio pericolosissima quando riparte, Napoli palleggia e cerca il momento per colpire", Quando l’Italia sfidò il Resto del Mondo: Ronaldo, Zidane e Batistuta nella stessa squadra, Ti ricordi… Paul Gascoigne che ammattisce la Juventus di Trapattoni e Roberto Baggio, Zoff: “Rossi spuntò come una rosa in mezzo alla neve, quando tutto andava storto”, Zoff: "Paolo e io: i figli di Bearzot. L'ex portierone azzurro ricorda Diego Maradona e lo mette davanti a Pelé nella classifica dei calciatori all times. Dino Zoff, il mitico portiere della Juventus e della Nazionale, originario di Mariano del Friuli, oggi compie 77 anni.. Gli auguri al Campione del Mondo del 1982 in Spagna, arrivano via social. Buffon il migliore di sempre. Al termine della stagione si ritirò definitivamente dal mondo del calcio. Ho sempre avuto un grande rapporto con Paolo, era … [61], In totale, con la rappresentativa giovanile raccolse 3 presenze nel biennio 1963-1964. [6] Ritiratosi dall'attività agonistica, ha intrapreso la carriera di allenatore, divenendo nel 1990, alla guida della Juventus, il primo tecnico capace di conquistare la Coppa UEFA dopo averla vinta da calciatore. Le prerogative per un ricordo indelebile ci sono tutte". AGGIORNAMENTO ORE 20.00 – L’evento termina con la consueta foto di rito contenente tutti i presenti. [49] Concluse la sua esperienza nel Napoli disputando la finale della Coppa Italia 1971-1972, persa 2-0 contro il Milan. I don't remember him much playing (he retired in 1983 at 41 years) but kept hearing people saying he was one of the best goalies ever. », Dino Zoff ha presentato ai taccuini dell'edizione odierna de Il Mattino la sfida fra Lazio e Napoli di questa sera elogiando il lavoro di Inzaghi e Gattuso: "Tutti e due fanno giocare le squadre sfruttando al meglio le caratteristiche dei propri... Articolo completo »   Che ne pensi? [62] La partita fu disputata il 26 aprile 1968 allo stadio San Paolo: Zoff, che giocava «in casa» per via della sua militanza nel Napoli, si mostrò affidabile pur senza compiere grandi interventi, e l'Italia ottenne la qualificazione imponendosi per 2-0. E su Buffon: «Certo non mi sento inferiore» Related Videos. Auguri, Dino Zoff!». Visualizza altre idee su Juventus, Calcio, Dino zoff. Dino Zoff con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella (Ansa) Roma, 7 gennaio 2019 - "Onestamente la mia Juve è la grande favorita per la conquista della Champions. Dal capitano Dino Zoff a Paolo Cabrini, simboli di una nazionale che fece sognare un Paese intero. Ma il Milan…”, Calcio, Zoff: “Bearzot un uomo perbene, ci ha lasciato cose importanti”, Zoff: "Bearzot persona perbene. Roma, luglio 1993. Dino Zoff, storico portiere della Nazionale azzurra e della Juventus, ha reso omaggio a Diego Armando Maradona tramite le pagine de La Repubblica: “E’ stato il più grande di tutti i tempi, il più memorabile artista. Da Zoff a Cabrini, l'addio a Paolo Rossi dagli eroi di Spagna '82: «Se ne va un fratello» Sono gli eroi di Spagna '82. Il 28 febbraio 1942 nasce a Mariano del Friuli Dino Zoff, portiere dell’Udinese dal 1958 al 1963. Ai bianconeri sono legate tutte le sue vittorie con squadre di club, tanto come giocatore quanto, successivamente, come allenatore: in undici stagioni vinse per sei volte il titolo di campione d'Italia (1972-1973, 1974-1975, 1976-1977, 1977-1978, 1980-1981 e 1981-1982), due Coppe Italia (1978-1979 e 1982-1983) e una Coppa UEFA (1976-1977, primo successo europeo della società torinese). Dopo la vittoriosa finale contro la Germania Ovest (3-1), l'11 luglio a Madrid, in qualità di capitano fu Zoff ad alzare il trofeo della Coppa del Mondo, stabilendo altri due record: divenne infatti, all'età di 40 anni, il più anziano vincitore della competizione[28] nonché il primo e unico italiano ad aver vinto un Mondiale e un Europeo. », "Ma... quello lì chi è?". Così Dino Zoff, appresa la notizia della scomparsa di Paolo Rossi, eroe della Nazionale campione del mondo del 1982: «L'ho saputo cinque minuti fa, mi dispiace tantissimo. Zoff è consapevole di questo: «Queste sono sensazioni che ci hanno fatto stare bene. Vicino a lui c'è la moglie Annamaria, il telefono da ieri mattina non fa che squillare. Oggi allenamento con la mia nuova preparatrice ... Su di te Alex il grande Dino Zoff ha speso parole d'elogio e importanti, condivido pienamente quello che DINOMITO dice,io aggiungo che tu sei un grande portiere e meriti di giocare!! Compie gli anni oggi l'ex portiere bianconero. Il Mattino – Zoff: “Inzaghi e Gattuso 2 validi allenatori. È... Articolo completo »   Che ne pensi? Questo è il bollettino di oggi 29 dicembre 2020 per, Zoff: «A Parma una Juve rullo compressore. [85], Nell'estate 2000, sotto la guida di Zoff, all'Europeo di Belgio e Paesi Bassi gli azzurri raggiunsero l'ultimo atto del torneo, dopo peraltro avere eliminato in semifinale gli Oranje padroni di casa ai tiri di rigore,[86] in una stoica e sofferta partita rimasta da allora nell'immaginario del calcio italiano. Da diversi anni lo considero uno dei migliori portieri del campionato italiano, insieme a Ospina e Meret. », Ricevi gratuitamente queste news nella tua posta, TG-SU = 0.003s Dino Zoff, allenatore ed ex portiere, è intervenuto a “Donne nel Pallone – Speciale 90 minuti”: Handanovic? L’ex allenatore e presidente della Lazio, nonché storico portiere della Nazionale, Dino Zoff, è stato intervistato oggi da “Il Calcio Quotidiano“, in merito ai sorteggi di Champions League. 24-nov-2020 - Esplora la bacheca "stick one" di Franklin mattahrs su Pinterest. E Dino lo applaude: "Te lo sei meritato", Italia, finale da leggenda. Considerato uno dei più grandi portieri nella storia del calcio,[2][3][4][5] ha legato la propria attività calcistica principalmente alla Juventus, militandovi per undici anni a cavallo degli anni 1970 e 1980, senza mai saltare una partita di campionato; con i bianconeri ha collezionato 479 presenze (330 in Serie A), vincendo sei campionati italiani, due Coppe Italia e una Coppa UEFA, e ha disputato due finali di Coppa dei Campioni e una di Coppa Intercontinentale. Da Zoff a Bergomi, da Tardelli a Conti e Antognoni: l'Italia dell'82 in ricordo... Paolo Rossi, il ricordo degli azzurri dell’82, Questa Juve può vincere la Champions? [87] Tuttavia nella finale contro la Francia, dopo essere stati in vantaggio fino al 90', gli italiani furono raggiunti sul pari dai Bleus nei minuti di recupero, e poi battuti nei tempi supplementari al golden goal. Hai presente i bucaneve? Dino Zoff è intervenuto durante la trasmissione “Quelli della Libertà” trasmessa da Cittaceleste e Radiosei, e ha espresso la propria opinione sulla Lazio di oggi guidata da Simone Inzaghi. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 19 dic 2020 alle 17:15. «Per sempre», ha scritto accompagnando il messaggio da un foto insieme al marito. (ANSA) - ROMA, 10 DIC - "L'ho saputo cinque minuti fa, mi dispiace tantissimo. [65], L'ottimo Europeo disputato garantì a Zoff, nonostante le sole 4 presenze al suo attivo,[63] un posto da titolare per buona parte delle qualificazioni al campionato del mondo 1970 in Messico, ma nella fase finale del torneo le chiavi della porta furono nuovamente affidate ad Albertosi,[66] fresco vincitore dello scudetto con il Cagliari e membro — insieme a Pierluigi Cera e Comunardo Niccolai, anch'essi convocati per il Mondiale[62] — di una linea difensiva che nel campionato appena concluso aveva concesso solo 11 reti, stabilendo un record. Sempre in azzurro detiene il record mondiale d'imbattibilità per squadre nazionali,[9] non avendo subito reti per 1142 minuti consecutivi. Il messaggio della società biancoceleste in occasione del compleanno di Dino Zoff. 4-nov-2016 - Esplora la bacheca "Juventus" di Deanna Scala su Pinterest. L'ex portiere e capitano della Nazionale con la quale è stato Campione d'Europa nel 1968 e Campione del Mondo 1982 spegne oggi 76 candeline. Sa che questa giornata squillerà ininterrottamente, perché nella serata di mercoledì questo maledetto 2020 si è portato via un'altra leggenda come Paolo Rossi. [63] Mancato l'accesso al campionato d'Europa 1972 (Zoff, infortunato, non disputò lo spareggio-qualificazione perso contro il Belgio),[46][68] sul finire dello stesso anno il portiere diede inizio a una striscia di imbattibilità che lo porterà a mantenere la porta inviolata per 1142 minuti (record assoluto per le nazionali di calcio),[11] da Italia-Jugoslavia del 20 settembre 1972 ad Haiti-Italia del 15 giugno 1974: quest'ultima fu la gara d'esordio del campionato del mondo 1974 in Germania Ovest, dove un'Italia alla fine di un ciclo fu eliminata al primo turno. È morto a 64 anni Paolo Rossi, l’eroe del Mondiale del 1982.Il goleador era malato da tempo e alla fine la malattia ha avuto la meglio. Una vita pubblica da Campione, una vita privata esemplare. Così Dino Zoff, appresa la notizia della scomparsa di Paolo Rossi, eroe della Nazionale campione del mondo del 1982: «L'ho saputo cinque minuti fa, mi dispiace tantissimo. Neri Marcorè, Actor: The Tourist. Compie gli anni oggi l'ex portiere bianconero. ... Meteo, come sarà il tempo per il ponte di Ognissanti, da oggi al 3 novembre. Dino Zoff è uno dei giocatori storici della Lazio. [22][77], Il 29 maggio 1983, a 41 anni, Zoff scese in campo per l'ultima volta in azzurro, in Svezia-Italia (2-0) a Göteborg, sfida che coincise anche con l'ultima partita della sua carriera. [67] Zoff fece dunque da vice, assistendo dalla panchina al secondo posto dell'Italia, sconfitta in finale dal Brasile; pur senza mai polemizzare, definirà la sua esclusione dall'undici titolare «una grande sconfitta personale». This is a special piece of soccer memorabilia signed by the 1982 World Cup Italy team captain. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Dino Zoff, ex portiere della Juve ed ex allenatore della Fiorentina, ha parlato della sfida di questa sera tra bianconeri e viola Dino Zoff insieme a Paolo Rossi è l’icona di quella Italia vincente del 1982. [10][11] È stato a lungo il giocatore con più partite disputate in Serie A e nella nazionale italiana — avendo totalizzato rispettivamente 570 e 112 presenze —, prima di essere superato in entrambe le voci statistiche da Paolo Maldini (nel 2000 relativamente alle apparizioni in maglia azzurra,[12] nel 2005 per quanto concerne il massimo campionato italiano).[13]. La selezione azzurra allenata da Dino Zoff, capitano... Articolo completo »   Che ne pensi? Dopo Cardiff sfida a CR7 per il Pallone d'Oro? These gloves are an official reproduction of the Limited Edition Uhlsport gloves that Dino Zoff … Ha 34 anni ma continua a migliorare, è come un vino rosso che matura ogni anno. Il riassetto societario in atto ai vertici del club alla fine della stagione 1989-1990, già annunciato da alcuni mesi, portò tuttavia alla mancata conferma di Zoff in panchina nonostante le due coppe sollevate.[36]. Zoff: "Sì, non ha pecche", Parlato: "Sentito Zoff? [79], A seguito dell'eliminazione dell'Italia ai quarti di finale del campionato del mondo 1998, nel luglio seguente Zoff fu chiamato a sostituire l'esonerato Cesare Maldini come commissario tecnico degli azzurri,[80] con l'obiettivo di portare la nazionale al campionato d'Europa 2000. Occupa la 47ª posizione nella classifica dei migliori calciatori del XX secolo pubblicata dalla rivista World Soccer. Lazio, la presentazione del libro di Dino Zoff nel Salone d’Onore del CONI: presente anche il presidente del CONI Malagò. [59], Zoff ricevette la prima convocazione in nazionale maggiore a 26 anni, durante le qualificazioni al campionato d'Europa 1968. Accadde oggi - Dino Zoff Il portiereone di Mariano del Friuli debutta in serie A con l'Udinese Il 24 settembre 1961 l'Udinese, reduce da quattro sconfitte e una sola vittoria nelle prime cinque gare, è impegnata sul campo della Fiorentina. Nell'estate 1972, causa un club partenopeo che necessitava di essere svecchiato a livello di rosa e riorganizzato a livello economico, il trentenne Zoff, ormai considerato tra gli estremi difensori più forti della sua generazione, venne ingaggiato dalla Juventus nell'ambito di un cospicuo scambio di cartellini sull'asse Napoli-Torino che coinvolse, tra gli altri, il più giovane ma anche più incostante Pietro Carmignani, da cui il friulano ereditò le chiavi della porta bianconera. Portiere con la più lunga striscia d'imbattibilità nella storia delle Nazionali di calcio (1142 minuti). Zoff, cresciuto nella Marianese, dopo la trafila nelle giovanili bianconere, ha debuttato in prima squadra il 24.9.1961 in Fiorentina-Udinese 5-2. Dino Zoff: il calciatore. Reina come Zoff: il vero record da battere è un altro! È mattina presto, ma Dino Zoff risponde subito al telefono. Quel giorno al Sarrià avrebbe sempre segnato un gol in più dei brasiliani..." Articolo completo »   Che ne pensi? Lazio, la presentazione del libro di Dino Zoff nel Salone d’Onore del CONI: presente anche il presidente del CONI Malagò. Zoff lasciò il ruolo di selezionatore della nazionale olimpica nell'estate 1988, quando venne richiamato dalla Juventus, ingaggiato stavolta come tecnico della prima squadra. È stato campione d'Europa nel 1968 e campione del mondo nel 1982 con la nazionale italiana, che ha anche allenato dal 1998 al 2000. Vi svelo tutto». [63], Terminato il Mondiale, Albertosi mantenne il posto da titolare per tutto il 1970, finché Zoff non lo scavalcò a partire dall'amichevole contro la Spagna del 20 febbraio 1971, divenendo stabilmente il nuovo numero uno azzurro: di lì in avanti, infatti, la sua titolarità non verrà più messa in discussione. Tanti auguri a Dino Zoff che oggi compie 78 anni Nato il 28 febbraio 1942, è stato il capitano dell'Italia Mundial nel 1982, gà portiere campione d'Europa nel 1968 e allenatore azzurro dal 1998 al 2000. Anche più di Pelè che forse era più completo ma meno geniale. Coronavirus, Mattarella depone corona di fiori al cimitero di Codogno per onorare le vittime. Zoff, cresciuto nella Marianese, dopo la trafila nelle giovanili bianconere, ha debuttato in … L’ex allenatore e presidente della Lazio, nonché storico portiere della Nazionale, Dino Zoff, è stato intervistato oggi da “Il Calcio Quotidiano“, in merito ai sorteggi di Champions League. | Situazione-E = 1 | www-sui = 2006 - 2020, il nostro archivio contiene 30,000,000 notizie, le notizie vengono organizzate in 22000 canali, intopic.it è un raccoglitore automatico di notizie dell'ultima ora di cronaca, politica e attualità italiana ed internazionale. », Dino Zoff è un grande doppio ex di stasera; il portiere, Campione del mondo nel 1982, ha giocato per cinque anni nel Napoli, mentre da allenatore ha portato la Lazio allo Scudetto e tra i suoi giocatori nel 2000 c'era anche un giovane Simone... Articolo completo »   Che ne pensi? Una volta i portieri si dovevano limitare a parare, oggi … [63] Nel corso del torneo, il portiere azzurro offrì prestazioni di alto livello — che gli valsero la collocazione nell'All-Star Team del Mondiale[76] — e compì il suo intervento più famoso, da lui stesso considerato il più importante della propria carriera:[11][14] nei concitati minuti finali della partita contro il Brasile, valida per l'accesso alla semifinale, Zoff fermò in presa sulla linea di porta un colpo di testa del difensore avversario Oscar, evitando una più rischiosa respinta[24][25] e risultando decisivo per il successo italiano (3-2). [36] In generale, è stato un allenatore che rifuggiva da schemi e moduli predefiniti, poiché convinto che la tattica passasse in secondo piano davanti al rapporto umano tra un tecnico e i suoi calciatori. Visualizza altre idee su foto di squadre, dino zoff, horror movie posters. 2 aggiornamenti sono stati effettuati durante l'ultimo minuto. Superato dal più forte, è un vero record di squadra", «"Io ai record non ho mai badato granché: sono importanti solo perché fanno il bene della squadra. "Valanghe di gol. Durante la sua militanza nel club campano stabilì due record: nella stagione 1970-1971 concesse solo 18 gol in 30 partite,[48] riuscendo inoltre a mantenere la porta inviolata per le prime sei giornate, capitolando solo dopo 590', alla settima giornata, contro l'interista Jair. La sua attività, al termine della stagione 1982-1983, si concluse di fatto con la finale di Coppa dei Campioni (cui la Juventus era giunta imbattuta), persa ad Atene contro i tedeschi dell'Amburgo, il 25 maggio 1983. Estremo difensore di sicura affidabilità e freddezza,[4][20] Zoff si distingueva per il notevole senso del piazzamento,[4][20][21] la sicurezza nelle uscite[4][22] — sia alte che basse[23] — e la sobrietà negli interventi, finalizzati più all'efficacia che alla spettacolarità:[3][14] significative in tal senso l'attitudine a bloccare il pallone quando possibile, anziché respingerlo,[24][25] e la preferenza per uniformi da gioco scarsamente appariscenti,[26] utili a non evidenziare la sua posizione tra i pali. Non riesce quasi a parlare Dino Zoff. Ne parliamo con l'ex portiere bianconero e con Nino Minoliti Articolo completo »   Che ne pensi? Zoff con l'entusiasmo di un ragazzino alla 130ª gara consecutiva nella Juve, Sarri deve ripartire dalla difesa. Dino ZOFF, Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana Sig. Disputò in biancorosso 131 partite nell'arco di quattro stagioni: l'ultima da lui giocata allo stadio Danilo Martelli fu quella del 1º giugno 1967, la famosa Mantova-Inter (1-0) che a posteriori sancì il tramonto della Grande Inter. Per tutti gli anni '70 Dino Zoff è stato indubbiamente uno dei migliori portieri del mondo e a detta di molti proprio il migliore. », Il 16 dicembre 1998 andò in scena all'Olimpico di Roma la gara tra la Nazionale Italia e una rappresentativa del Resto del Mondo per celebrare i 100 anni della Federazione Italiana Giuoco Calcio. Si ferma, poi riprende e si riferma. From Wikipedia, the free encyclopedia Dino Zoff (Italian pronunciation: [ˈdiːno dˈdzɔf]; born 28 February 1942) is an Italian former professional footballer who played as a goalkeeper. Parla da Grande Vecchio, Dino Zoff. Coloro che insieme a Nando Martellini ci fecero gridare per tre volte "Campioni del Mondo". E col Brasile...", Rossi, Zoff e quei giorni condivisi: "Ho saputo, e mi è mancato il fiato", Zoff al QS: "Paolo spuntò mentre tutto girava storto. Ecco le sue principali parole: “E’ stato un fulmine a ciel sereno, non so cosa dire. Non so cosa dire, è stato fulmine a ciel sereno". Alla fine della carriera agonistica, Zoff rimase inizialmente alla Juventus dove nella stagione 1983-1984 ricoprì il ruolo di preparatore dei portieri, allenando la sua ex riserva Luciano Bodini e il neoacquisto Stefano Tacconi. Beatrice: “Non ho parole”, Oroscopo Paolo Fox 29 dicembre 2020, previsioni astrologiche per tutti i segni: Gemelli grintosi, Mosca ‘confusa’ dalla rabbia israeliana per le osservazioni dell’Ambasciatore russo in Israele, Calciomercato Milan – Scambio con la Juve: la risposta di Maldini | News, "Insano, una oscura farsa, colpo di Stato": fine drammatica per Donald Trump, da chi arriva una valanga di insulti. [74], L'ultima grande competizione disputata da Zoff con la maglia della nazionale fu il succitato Mondiale 1982 in Spagna, una partecipazione che permise al portiere di stabilire alcuni primati: disputando il suo quarto torneo iridato eguagliò il record italiano di Enrico Albertosi e Gianni Rivera (poi pareggiato da altri giocatori e battuto nel 2014 da Gianluigi Buffon);[75] nella partita d'esordio con la Polonia toccò inoltre la soglia delle 100 presenze in nazionale, risultando il primo italiano a riuscirci. Nell'estate 1967 Zoff sembrava destinato a trasferirsi al Milan, con cui aveva raggiunto un'intesa di massima; tuttavia, l'affare saltò in extremis, con la squadra milanese che finì per ingaggiare Fabio Cudicini. Quante vittorie. L'unico a cui tengo davvero è quello delle 330 partite consecutive nella Juve"», Gli azzurri raggiunti dai turchi all'ultimo minuto di gioco (2 a 2), Il pensionato Buffon vuole esodare il Kaiser, Dino Zoff: I 70 anni (senza rimpianti) dell'uomo della porta accanto, Per Zoff 94 candeline, una festa da non rovinare, Buffon ai Mondiali per la quinta volta: record assoluto condiviso con Carbajal e Matthäus, Inzaghi come Zoff. Oggi è il compleanno di una delle personalità più importanti del nostro calcio e di un uomo che è stato per la Lazio sia presidente, che allenatore con più presenze sulla panchina laziale. Era un uomo perbene, di coraggio, onestà, sincerità, che poi ha anche vinto. Non riesce quasi a parlare Dino Zoff. Una volta i portieri si dovevano limitare a parare, oggi … Gli azzurri campioni del Mondo nel 1982 piangono Paolo Rossi, da tutti conosciuto come Pablito, scomparso nella notte a 64 anni. Così Dino Zoff ricorda, nel decennale della scomparsa, il ct... Articolo completo »   Che ne pensi? Zoff ha esordito ricordando Maradona: “ Nessuno sport che si rispetti è facile. ... Immagini emblematiche che ancora oggi, a quasi quarant'anni di distanza, sono un'icona. L'Italia, giunta agli spareggi che avrebbero designato le 4 partecipanti alla fase finale del torneo, doveva ribaltare il 3-2 con cui la Bulgaria si era imposta nella gara di andata a Sofia; fino a quel momento, il commissario tecnico Ferruccio Valcareggi aveva puntato su Enrico Albertosi come portiere titolare e su Lido Vieri come vice, ma un infortunio occorso a entrambi in prossimità della partita di ritorno costrinse il selezionatore a ripiegare su Zoff e Roberto Anzolin, quest'ultimo già riserva di Albertosi al campionato del mondo 1966: indeciso su chi schierare, Valcareggi optò per il friulano in virtù del suo «entusiasmo da debuttante». [57], I primi approcci di Zoff con l'azzurro avvennero nelle rappresentative giovanili. [15] Nel 2004 è stato incluso nel FIFA 100 e annoverato fra le Leggende del calcio del Golden Foot; nello stesso anno, in occasione dei UEFA Jubilee Awards, è stato indicato dalla FIGC quale miglior giocatore italiano del cinquantennio precedente,[16] risultando inoltre 5º — primo fra gli italiani — nell'UEFA Golden Jubilee Poll. Ecco il messaggio della società per Dino Zoff: «Spegne oggi 77 candeline Dino Zoff. No. Da diversi anni lo considero uno dei migliori portieri del campionato italiano, insieme a Ospina e Meret. Si parte da 0-0», Dino Zoff sulla lotta Scudetto: “Inter e Juventus non possono non pensarci. Rafael giovane di prospettiva, ma il vero affare è un altro", «È arrivato il momento: non posso parare anche l'età», Zoff è al terzo posto di questa gradatoria, dietro a Rossi e ai 974' di, Con Zoff in porta appena 14 gol subiti nel 1981-82, Juve, Zoff: "Buffon? Dino Zoff, storico portiere della Nazionale azzurra e della Juventus, ha reso omaggio a Diego Armando Maradona tramite le pagine de La Repubblica: “E’ stato il più grande di tutti i tempi, il più memorabile artista.Anche più di Pelè che forse era più completo ma meno geniale. Maradona un'artista", Zoff “Maradona artista geniale, mai visto uno come Diego”, Zoff: 'Maradona, artista magnifico e libero. », In un'intervista rilasciata al QS, Dino Zoff, un altro eroe di Spagna 1982, ha voluto spiegare cosa rappresentasse per lui Paolo Rossi: "Hai presente i bucaneve? », Questa Juve può vincere la Champions? [90], Cinque anni dopo, come sua ultima appendice della carriera di allenatore, nel campionato 2004-2005 ritornò in panchina con la neopromossa Fiorentina, subentrando in gennaio al posto dell'esonerato Sergio Buso[91]; Zoff condusse la squadra viola alla salvezza, riuscendo ad avere la meglio nella volata finale di Bologna e Brescia. https://arenacalcio.it/2019/02/28/dino-zoff-su-juve-atletico-passano-i-bianconeri Articolo completo »   Che ne pensi? Tanti auguri al leggendario Dino“, scrive la Juventus sul suo profilo twitter.. Il notiziario viene creato dal nostro algoritmo di classificazione automatica di testi con le ultimissime novità dai quotidiani e le agenzie di stampa online italiane. [70][71], Il campionato d'Europa 1980, con Zoff ancora titolare, vide l'Italia padrona di casa piazzarsi ancora al quarto posto, venendo sconfitta ai tiri di rigore dalla Cecoslovacchia nella finalina valida per la terza piazza;[63] come già accaduto al termine dell'edizione 1968, Zoff verrà incluso nel team of the tournament. Dino Zoff (Mariano del Friuli, 28 febbraio 1942) è un allenatore di calcio, dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo portiere. La sponda biancoceleste della capitale sogna.